0871.332425 info@valemaviaggi.it

Login

Iscriviti

Dopo aver creato un account, sarai in grado di monitorare lo stato del pagamento, tracciare la conferma e puoi anche valutare il tour dopo aver terminato il tour.
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*
Città*
* Continuare significa che accetti la nostra Condizioni Contrattuali e la nostra Privacy.

Sei già un membro?

Login
0871.332425 info@valemaviaggi.it

Login

Iscriviti

Dopo aver creato un account, sarai in grado di monitorare lo stato del pagamento, tracciare la conferma e puoi anche valutare il tour dopo aver terminato il tour.
Username*
Password*
Conferma password*
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*
Città*
* Continuare significa che accetti la nostra Condizioni Contrattuali e la nostra Privacy.

Sei già un membro?

Login

I viaggi d’istruzione sono da sempre un’occasione per gli studenti di apprendere in un contesto dinamico, di scoperta e di esplorazione del mondo. Proprio per questo, vanno pianificati con attenzione e spesso gli istituti  incontrano alcune criticità nell’organizzazione delle gite scolastiche.

Un primo aspetto riguarda il ruolo del docente accompagnatore: un ruolo complicato e di grandi responsabilità; Un secondo aspetto verte sulla scelta dell’agenzia di viaggi: bilanciare costi e qualità dell’offerta è una scelta complessa per molti istituti; Un terzo aspetto concerne la necessità di trovare il giusto equilibrio tra istruzione e divertimento.

Affrontare in modo positivo questi aspetti è il valore aggiunto di una gita scolastica ben pianificata, che si trasforma, per alunni e docenti, in esperienza.

 

viaggi di istruzione scuole

Aiutare il docente accompagnatore nel controllo degli alunni

Il docente accompagnatore è un insegnante che dà la sua libera disponibilità nell’accompagnare la classe in gita scolastica. Infatti, non vi è alcun obbligo in questo senso. Il professore che decide di accompagnare gli alunni mette a disposizione gratuitamente le sue capacità e conoscenze facendosi carico del controllo e delle responsabilità derivanti dai comportamenti degli studenti.

Da queste riflessioni sulla criticità del ruolo che è chiamato a ricoprire si possono trarre dei suggerimenti positivi: si può pianificare nel dettaglio il viaggio, considerando anche i giusti momento di svago e divertimento? Perché non affidarsi a chi fornisce servizi turistici specifici, conosce le esigenze degli alunni e può esser di valido supporto al docente nella pianificazione di un viaggio che tenga conto sia della finalità didattica del viaggio sia dei necessari momenti dilettevoli?

 

Le agenzie possono pensare la gita come un’esperienza

La seconda criticità rilevata, verte sulla scelta dell’agenzia di viaggi a cui l’istituto affida il compito di organizzare la gita. Ora, da un lato vi è la necessità di risparmiare, preferendo offerte a costi limitati, dall’altro, il bisogno di proporre viaggi di qualità.

Un’agenzia che abbia esperienza in materia saprà dare avveduti consigli per la stesura di itinerari,  prospettare visite e suggerire sistemazioni alberghiere che possano andare incontro alle esigenze formative senza pregiudicare la qualità pur contenendo i costi. Da qualche anno anche nel nostro Paese di sta diffondendo l’idea di una nuova idea di sistemazione alberghiera: l’ostello.

Gli ostelli, spesso di proprietà di catene alberghiere, stanno diffondendo l’idea di unione e collaborazione tra chi vi soggiorna, fornendo servizi di qualità per giovani e moderni viaggiatori.

L’agenzia di viaggi sarà in grado di proporre l’ostello più idoneo o l’hotel che fornisce i servizi più indicati; saprà proporre attività  ed esperienze coinvolgenti, istruttive e divertenti; guiderà nella scelta dei mezzi di trasporto che possano far scoprire l’unicità e le caratteristiche del territorio.

 

In viaggio si impara sperimentando il luogo

La parola “esperienza” è sempre più legata al turismo e andrebbe connessa anche al turismo scolastico. Designa una particolare modalità di fruizione di un luogo, in questo caso. Per essere istruttiva, un’esperienza deve poter raccontare qualcosa di quel posto e di quella cultura. Un discorso, questo, che prescinde dal fatto che la meta del viaggio scolastico sia in Italia o all’estero.

Visitare l’Andalusia e fare esperienza della cultura del sud della Spagna, dal cibo al flamenco, è istruzione, esattamente come lo è fare esperienza dell’arte del vetro di Murano. Si tratta, come si diceva, di modi di “vivere” il viaggio di istruzione che vanno oltre la visita al museo o al monumento, e s’imprimono nella mente dello studente. L’agente di viaggio sarà in grado di fornire tutti i servizi e le informazioni che possano far apprezzare le tipicità e le risorse del territorio.

Un viaggio d’istruzione pianificato con cura e con qualità, insomma, può avere le stesse attrattive che ha un viaggio fatto in un contesto extrascolastico: la dimensione dello svago, la dimensione della scoperta, la dimensione dell’apprendimento, tutte sotto il segno dell’esperienza.

Questo tipo di pianificazione, tuttavia, richiede professionalità ben definite. Proprio per questo si deve tener conto del ruolo svolto dalle agenzie di viaggi specializzate nel turismo scolastico: l’expertise nel settore, infatti, è un vero e proprio valore aggiunto che può fare la differenza tra una vacanza in compagnia della classe e un’esperienza di istruzione.

 

Sei un professore, docente universitario, un funzionario statale che organizza viaggi di istruzione o gite scolastiche? Dai un occhiata al nostro catalogo di viaggi e naviga tra alcune proposte realizzate. E ricorda che ogni viaggio può essere personalizzato. Qui parte del catalogo dei viaggi di istruzione.